Introduzione alla classificazione

Le norme di classificazione dei segati sono state stabilite più di 100 anni fa dalla National Hardwood Lumber Association, allora appena istituita. Oggi la NHLA conta oltre 2000 soci in tutto il mondo; le norme NHLA costituiscono tuttora lo standard nazionale nell'industria USA del legno di latifoglia, in base al quale viene classificato il legname da esportazione.

Il legno è un materiale naturale e per la sua stessa natura può avere caratteristiche e difetti che occorre conoscere e considerare attentamente prima dell’utilizzo in qualsiasi applicazione. La classificazione del legno segato in categorie stabilite nel corso della lavorazione è essenziale per determinare il valore e il possibile utilizzo di ogni tavola.

Le norme di classificazione NHLA forniscono sia al venditore che all’acquirente un linguaggio comune per le operazioni commerciali relative al legno di latifoglia. Benché le norme di classificazione NHLA si rivolgano al mercato USA, gli acquirenti di tutto il mondo devono esserne a conoscenza per poter ottenere il livello di qualità desiderato. La qualità di legno acquistata da un utilizzatore determinerà infatti il costo e il fattore di scarto di quella partita. Poiché la classificazione si basa sulla percentuale di legno privo di difetti nella tavola, molte delle belle e speciali caratteristiche naturali presenti nei legni di latifoglia non sono prese in considerazione per il calcolo della resa netta.

Il legno di latifoglia è solitamente classificato in base alle dimensioni e al numero dei tagli (pezzi) che si possono ottenere da una tavola quando questa viene tagliata e utilizzata nella realizzazione di un prodotto. Le norme NHLA sono state messe a punto per l’industria del mobile, così da fornire la percentuale misurabile di legno utile, privo di difetti, corrispondente a ogni qualità. Le qualità superiori permettono di ottenere pezzi utili lunghi, mentre le qualità Common sono destinate ad essere segate ulteriormente in pezzi più corti privi di difetti.

Le qualità superiori, che comprendono FAS, FAS-One-Face (FAS/1F) e Selects, sono particolarmente indicate per lunghe modanature prive di difetti, prodotti per finiture come gli infissi delle porte, l’architettura di interni, nonché per i mobili che richiedono una notevole percentuale di tagli lunghi e larghi.

Le qualità Common, principalmente la Number 1 Common (No. 1C) e la Number 2A Common (No. 2AC), sono generalmente più indicate per gli sportelli da cucina, per la maggior parte dei componenti per mobili, nonché per pavimentazioni a tavole e a listelli. Vale la pena sottolineare che, una volta segati ulteriormente, i tagli ottenuti dalle qualità Common saranno dello stesso legno privo di difetti delle qualità superiori, ma in tagli più piccoli (più corti e/o più stretti). Il nome della qualità definisce semplicemente la percentuale di legno privo di difetti nella tavola, non il suo aspetto complessivo.

La foresta di latifoglie temperate americane è la più grande risorsa di questo genere in tutto il mondo e vanta un’importante tradizione di sostenibilità. Prendere in considerazione, nei limiti del possibile, l’utilizzo di qualità Common significa ottenere il massimo del valore del legno sia per quanto riguarda i costi che la resa. Ciò contribuirà anche a garantire la sostenibilità di tale risorsa per le generazioni future.

L'AHEC Europe desidera ringraziare la NHLA per la sua collaborazione e il suo contributo alla realizzazione di questa sezione.